Benefici per Formello

L’ Open Media Park, al suo completamento nel 2016, comporterà grandi benefici per i formellesi con un miglioramento della viabilità’ generale, un aumento delle opportunita’ di formazione e lavoro qualificato per giovani, un aumento delle opportunità’ di svago in un parco archeologico attrezzato di 2 ettari e 5 sale polivanti con convegni, festival, film e proiezioni e  spettacoli di realtà virtuale.

Il Dott. Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, tra le prime 3 e più’ indipendenti società di valutazione del mercato immobiliare in Italia, sintetizza cosi’ “l’arrivo di tanti lavoratori del nuovo polo e quindi un aumento della domanda residenziale, farà bene all’economia complessiva e in particolare alzerà i valori immobiliari di Formello sia delle case nuove che di quelle usate tra il 3 e il 6 per cento, almeno per il biennio successivo“.

  1. L’opera architettonica e l’opera paesistica si sviluppano attorno agli alberi preesistenti – ognuno dei quali viene preservato e messo a disposizione dei cittadini in forma di parco lineare pubblico attrezzato di 2 ettari. Fara’ raccolta differenziata al 100% e avrà un consumo energetico ridotto del 50% rispetto a strutture comparabili. Gli edifici dell’Open Media Cluster saranno primo centro d’innovazione d’Europa ad Impatto Zero come certificato da Azzero CO2 di Legambiente. Con soli fondi privati già donati risolverà il più grande scempio paesistico di Formello, la barriera anti-rumore lungo la Cassia Bis, attraverso un copertura artistica vegetale multicolore, esteticamente integrata con le facciate giardino dell’Open Media Labs, con un rapporto 1-a-1 fra aree costruite e zone verdi, rispetto al rapporto 1-a-20 della zona produttiva circostante, e un’intensità edificatoria 4 volte inferiore. L’Open Media Cluster con i suoi 4000 mq sarà ospitato in edifici a Impatto Zero di oltre 3,000 mq. La progettazione paesaggistica e paesistica, delle barriere anti-rumore e delle facciate è curata dall’architetto Cristina Tullio, Presidente dell’Associazione Architetti Paesaggisti del Lazio. Il progetto non necessita di alcuna deroga rispetto alle leggi urbanistiche e ai piani paesistici vigenti.
  2. Un grande ritorno d’immagine e prestigio per Formello: l’opera rappresenterà la vera e propria “Cinecittà dell’era digitale”, prima in Europa per innovazione nelle tecnologie web

  3. Non un solo euro di costi pubblici: al contrario 10,2 milioni di euro di infrastrutture d’interesse pubblico gratuite per Formello.

  4. Ad almeno il 90% dei formellesi, banda larga GRATUITA e disponibilità di banda ultra larga a pagamento (oltre 40Mbits).

  5. Opportunita’ di formazione e ricerca. Dall’avvio dei lavori di costruzione l’Open Media Park donerà altri 3.000.000 d’euro per il centro d’innovazione no-profit sull’open web, l’Open Media Cluster, oltre ai 1,800,000 d’euro già prescritti dall’Adozione di Variante deliberata, costituendo un’eccezionale opportunità per i giovani formellesi di formarsi in un centro d’innovazione all’avanguardia mondiale, con la partecipazione di UCLA Schol of Cinema, Television and Theatre di Los Angeles, 3 dipartimenti della Sapienza e il co-investimento della Accenture e il leader tecnologico globale Kaltura: 800,000 d’euro per la ristrutturazione dell’ultimo piano di Palazzo Chigi per utilizzo da parte del dipartimento Performing Arts dell’Open Media Cluster, gestito dalla UCLA School of Cinema, Television e Theatre; 1,000,000 d’euro per il polo d’innovazione del Polo Audiovisivo. Tali opportunità sono aperte da oggi con 5 postazioni gratuite riservate ai formellesi nella prima struttura del Cluster aperta a Formello, presso l’Open Media Hub.

  6. Notevole miglioramento della viabilità generale: con contributi straordinari dei privati per 4.908.225 d’euro e non un euro del Comune sarà realizzato un nuovo svincolo Formellese/CassiaBis, oltre all’estensione Via delle Sodere/Pantanicci –  che andrà ad eliminare molti incroci a raso. A comprova abbiamo realizzato un’accurata Analisi dei Flussi di Traffico Ante e Post-Operam di 36 pagine nel quale sono analizzati gli effetti, dal punto di vista dei flussi di traffico generati/attratti, conseguenti alla realizzazione del Parco dell’Audiovisivo. Lo studio ha dimostrato un netto miglioramento della viabilità di tutta l’area limitrofa interessata dal progetto a seguito della realizzazione del polo e delle opere viarie previste.

  7. Investimenti in attivita produttive ad alto tasso occupazionale. Oltre 90,000,000 d’euro d’investimenti nel settore edile per i lavori di costruzione, prima industria di Formello per volume di affari. Oltre 60,000,000 d’euro d’investimenti in strutture di produzione audiovisiva e mediale, assieme a numerosi grandi investitori esteri del settore mediale multinazionali, vedi Open Media Labs.

  8. Opportunità lavorative Tra gli occupati diretti e l’indotto si stima che  almeno 250 occupati saranno residenti a Formello, per la maggior parte in occupazioni qualificate nel settore mediale. Già oggi, l’Open Media Cluster già oggi offre –  presso il nostro Open Media Hub di 430mq, appena aperto in Zona Produttiva di Formello – 5 postazioni di lavoro gratuite per i formellesi e 10 per residenti laziali, oltre a corsi di creazione di contenuti mediali.

     

  9. Opportunità di svago eco-sostenibile: cinque sale polivalenti per convegni, festival, fiere artistiche, proiezioni, film e spettacoli interattivi di realtà virtuale e “aumentata”, adiacenti al parco attrezzato, che offriranno durante il giorno ai formellesi convegni, festival del cinema, conferenze, e la sera occasioni di svago con un programmazione di film d’autore e film all’avanguardia tecnologica.