Parere positivo della 1° Fase della Verifica Ambientale Strategica

 In Blog, Comunicati stampa

Oggi abbiamo ricevuto notifica che Il 20 dicembre 2013 è stata approvata la Relazione Finale della Fase di Scoping della Verifica Ambientale Strategica del progetto del Polo Europeo dell’Industria dello Spettacolo e della Comunicazione, di cui l’Open Media Park è elemento fondante.  Essa recepisce sostanziali, ancorché non definitive, indicazioni di approfondimenti e di merito rispetto al progetto da parte di tutte le agenzie preposte alla tutela dei beni archeologici, paesaggistici, ambientali, idrici, oltre che degli uffici urbanistici della Regione e della Provincia. 

Siamo molto lieti di questo avallo tecnico della valenza del progetto, che potrebbe quindi completare il suo iter e avviare i lavori entro i prossimi 6-9, qualora le amministrazioni locali rispettassero i tempi massimi prescritti e le istituzioni vigilassero più compiutamente ed esplicitassero mediaticamente il notevole interesse pubblico dell’iniziativa che hanno già formalizzato per iscritto.

Auspichiamo che le istituzioni, specie quella Regionale e Comunale, possa evitare nel futuro che si ripetano le irregolarità e i ritardi della pubblica amministrazione, che complessivamente hanno prodotto 4 anni di ritardo rispetto a tempi prescritti come massimi per le varie fasi della nel Programma Integrato della Valle del Tevere e Sabina, programma che riserva legali garanzie temporali per progetti urbanistici e industriali privati di comprovato e notevole impatto economico e occupazionale. E’ un miracolo dopo tali ritardi e irregolarità che l’interesse di molti dei partner sia ancora attivo.

Auspichiamo che il cambio di Amm. Regionale, alla cui Presidenza si trova oggi quello che fú il Presidente della Provincia, sotto la cui guida sono state definite le linee tematiche del Polo, e sotto il quale è stato approvato, gestito e dettagliatamente analizzato il Polo, come uno dei primi 3 progetti di sviluppo della provincia di Roma.

La mancanza di un supporto mediatico da parte delle istituzioni regionali, e di un nuovo protocollo d’intesa fra PA locali e privati, in aggiornamento o conferma di quello del 2010, sono in grave ritardo con il rischio di far perdere l’interesse ai numeri partner industriali pronti ad investire nel Polo.

Da luglio 2013 ci viene notificato dal Comune di Formello e dalla Provincia di Roma che a settimana sarà firmato un protocollo d’intesa fra 3 assessorati della Regione Lazio, il Presidente, Provincia di Roma e Comune di Formello. Siamo lieti di tale iniziativa, ma estremamente sorpresi del fatto che i proponenti privati del polo e i loro partner, che detengono le aree e sobbarcheranno il 100% degli investimenti, non siano stati invitati nemmeno a delle consultazioni; nonché dal fatto che dopo 8 mesi il protocollo non sia ancora stato presentato. 

Start typing and press Enter to search