Scheda d’Investimento per il progetto del
parco ricettivo e tecnologico dell’Open Media Park

  1. Estensione: 115.187 mq
  2. Localizzazione: Comune di Formello, Provincia di Roma. A 8 minuti d’auto dal GRA di Roma. (vedi su mappa aerea interattiva[1]). Presso l’incrocio fra la SS2 Cassia Veientana e la Via Formellese. (Foglio 20 – particelle 1774, 1775 e 1086).
  3. Il lotto: E’ caratterizzato da un contesto paesaggistico di eccezionale pregio, con grandi querce secolari su dolci colline, ideali per una fruizione di natura ricettiva o di campus per attività di formazione, innovazione e produttive. (vedi foto del lotto[2]).
  4. Quantità e Destinazione d’uso – Ancorchè attualmente Agricolo A1, è in corso di approvazione una procedura urbanistica[3] accelerata per progetti di interesse pubblico che prevede la conversione delle destinazioni d’uso e di contemporanea approvazione del progetto esecutivo architettonico. Il progetto adottato dell’Open Media Park[4] prevede un totale di 46,021mq di SLP divisi in:
    1. 21,000mq di produttivo mediale/IT, fatto id uffici, studi, laboratori, in particolare nel campo della cybersecurity e intelligenza artificiale
    2. 11,000mq di ricettivo, benessere.
    3. 5,400mq di uffici e servizi alle imprese
    4. 8,000mq di servizi commerciali, sala polivalenti
  1. Contesto urbano: Il lotto è circondato dall’eccezionale contesto naturistico e paesaggistico del Parco di Veio (vedi Foto di Formello[5]). Formello, comune di circa 13mila abitanti in forte espansione, risulta il più ricco comune del centro-sud d’Italia per reddito pro-capite. A solo 1 Km di istanza dall’Olgiata, complesso residenziale chiuso con circa 10.000 abitanti che incluse strutture golf e equitazione di classe internazionale. L’Olgiata Golf Club è classificato fra i primi 100 al mondo da Golf Digest e ha ospitato due volte sede del Campionato del Mondo di Golf. Adiacente al lotto, vi è la Zona Olmetti, un polo uffici e servizi. Ad un tessuto residenziale rarefatto, corrisponde una grande qualità degli insediamenti, ed una grande quantità di occasioni di svago, esplorazione naturistica e culturale del Parco di Veio, così come un basso tenore di traffico della via Cassia Veientana (il tasso di occupazione media risulta il più basso tra tutte le consolari che convergono su Roma).
  2. Proprietà dell’area: Tecnoconsult International Srl (vedi sito società e progetto[6]), società di scopo del gruppo Guerreschi, attivo da trent’anni con varie società nello sviluppo e valorizzazione immobiliare nell’area di Formello e Olgiata (Roma Nord). Essa fa’ capo esclusivamente a 3 membri della famiglia Guerreschi, ognuno per circa 1/3. Non vi sono ipoteche sul terreno. La società ha maturato rilevanti crediti di IVA.
  3. Iter per approvazione urbanistica definitiva: In considerazione di quanto esposto nel precedente, so stima che – con un investimento di 150-200.000 euro, inclusivo delle tariffe dei professionisti, vi siano buone probabilità di concludere la procedura entro 15-18 mesi. Sostanziali variazioni sono possibili al mix nell’ambito nell’iter della procedura. Sono del 2014, in ambito di Verifica Ambientale Strategica, i responsi paesaggistici e ambientali – preliminari ma positivi e vincolanti – e quelli archeologici – positivi e definitivi. A seguito di ciò il Presidente della Regione Lazio approvato un secondo Protocollo d’Intesa del Polo con 4 Assessorati della Regione, Comune di Formello e di Roma, e Provincia, che prevede tempi massimi per i prossimi passaggi procedurali, e l’impegno a convogliare risorse fondi strutturali EU 2014-2020. Ecco un relativi comunicati stampa del Presidente della Regione Zingaretti del ottobre 2015[7] in occasione della approvazione definitiva, anche di Roma Citta Metropolitana.
  4. Utilizzatori Finali – Settore Media/IT: Abbiamo notevole interessamento da parte di partner pubblici, privati e di ricerca da oltre 3 anni in una partecipazione alle finalità del Trustless Computing Consortium and Cluster on Cybersecurity and Artificial Intelligence[8]. Negli ultimi 5 anni abbiamo siglato estesi MoU con 13 utilizzatori finali del settore mediale/audiovisivo per l’occupazione di circa 8000mq e per la partecipazione, da parte di 3 di essi, all’investimento nell’equity della prevista società di gestione degli studi di produzione, Open Media Labs[9]. Nella pagina dei partner[10] del sito è possibile vedere il profilo di e scaricare un file zip con oltre 50 pagine di MoU siglati con essi.
  5. Utilizzatori Finali – Altre destinazioni: Abbiamo ricevuto interessamenti, incontri e/o analisi tecniche urbanistiche con i seguenti: catena alberghiera a 4 stelle, 3 medie strutture di vendita, una catena di supermercato, una catena globale di articoli sportivi, McDonald, leader italiano di parchi acquatici, e vari potenziali partner. Non abbiamo volutamente perseguito la sigla di manifestazioni di interessi, poiché in attesa del nuovo Protocollo d’Intesa della PA, di cui sopra.
  6. Investimenti necessari: Per addivenire all’approvazione della procedura urbanistica con tutte le cautele e speditamente, in circa 15-18 mesi, sono necessari circa 150-200.000€.

Dott. Rufo Guerreschi,
335 7545620 – rg@openmediapark.com

[1] http://bit.ly/2lZSjxa(Il lotto corrisponde all’area in giallo chiaro a forma di “L” al centro)

[2] https://flic.kr/s/aHsjKNcXmb

[3] www.openmediapark.com/tempi-e-procedure/

[4] www.openmediapark.com

[5] http://flic.kr/s/aHsjevuk7d

[6] www.openmediapark.com/chi-siamo/

[7] www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=3078

[8] https://omc.trustlesscomputing.org/trustless-computing-cluster/

[9] http://www.openmediapark.com/open-media-labs/

[10] http://www.openmediapark.com/partner/

[11] PDF di 3 pagine: https://db.tt/nbtrZ2hd

[12] PDF di 40pagine: https://db.tt/bvI9zNFP

[13] PDF di 73 pagine: https://db.tt/FN2xho3O

Start typing and press Enter to search